Storytelling: la forza delle storie al servizio del content marketing

Storytelling: la forza delle storie al servizio del content marketing

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tra le pratiche antiche più familiari all’uomo c’è il racconto di storie, da sempre usate per veicolare insegnamenti, ricordi, testimonianze, valori, tradizioni e tanto altro. La forza di queste storie non sta tanto nei fatti narrati (o meglio, non del tutto) ma nelle emozioni trasmesse agli ascoltatori.

La comunicazione aziendale nel tempo ha subito tanti cambiamenti e lo storytelling è diventata una strategia sempre più apprezzata e utilizzata.

Qual è la definizione di storytelling? È una tecnica di narrazione persuasiva utilizzata in diversi ambiti: dalla politica all’economia, dalla formazione alla pubblicità.

Come strutturare una strategia di storytelling

Avere una strategia di content marketing ben pianificata e strutturata, con obiettivi raggiungibili è fondamentale. Il primo passo è conoscere il proprio target di riferimento. 

Quali sono gli argomenti che potrebbero catturare l’interesse? Chi è coinvolto nel processo decisionale? Che caratteristiche hanno i miei clienti? Cosa spinge all’acquisto dei nostri servizi o prodotti? Chi sono i nostri dipendenti? Perché lavorano qui?  Queste sono alcune domande da porsi in fase iniziale.

Se un’azienda vuole lasciare un ricordo indelebile nella mente dei suoi interlocutori, deve innanzitutto conoscerli. Individuare esigenze, abitudini, preoccupazioni e dubbi, acquisendo informazioni preziose per migliorare la propria comunicazione e soprattutto per scegliere su quali leve puntare.

Una strategia di storytelling ha come obiettivo quello di creare una narrazione che, attraverso video, immagini, testi, suoni, colori e persone, catturi l’interesse dei consumatori e di tutte le persone che orbitano intorno al brand, sia interne che esterne.

What's your story

Le fasi principali di una strategia di storytelling efficace

  1. Analisi del pubblico. Come già detto chi ascolterà e riceverà il messaggio deve essere individuato fin da subito. Studiare come le persone si interfacciano con il brand è essenziale per la scelta dei contenuti a loro destinati.

  2. Analisi dell’azienda. Partendo dalla storia aziendale, si scelgono i contenuti da inserire nel piano di comunicazione. Parte del materiale potrà essere già in possesso dell’azienda, dell’altro potrà essere perfezionato e altro ancora prodotto ad hoc.

  3. Analisi dei competitors. Studiare come la concorrenza si propone sul mercato è una fase molto importante, soprattutto per evitare errori già fatti da altri!

Le emozioni sono il cuore dello storytelling

Oggi non basta promuovere il proprio lavoro con il solo scopo di vendere. I potenziali clienti vanno attratti e coinvolti, in modo da farli sentire parte di un mondo in cui sono proprio loro ad essere al centro di tutto.

Cliente centro

La stessa attenzione va data ai clienti già acquisiti con lo scopo di fidelizzarli, offrendo loro contenuti sempre interessanti ed educativi.

La sfera emozionale è centrale: a parità di offerta un cliente tenderà a rivolgersi verso l’azienda che gli ha trasmesso un’emozione. I prodotti e i servizi arrivano in un secondo momento insieme ai dati e ai numeri complessi.

Il pubblico deve identificarsi nei valori aziendali e potersi immedesimare nelle storie raccontate dai brand. Il risultato è la nascita, giorno dopo giorno, di un rapporto tra le aziende, i lavoratori e i clienti basato sulla fiducia e sulla familiarità.

Come creare il legame con il pubblico

Inserire il proprio brand in un contesto narrativo coinvolge e interessa il pubblico, soprattutto se la storia comprende vicende legate all’esperienza umana: l’amore, la famiglia, il lavoro e l’amicizia.

Più il tema sarà comune a un gran numero di persone, più sarà semplice e immediata la comprensione del messaggio. Il criterio di scelta di un prodotto, infatti, nella maggior parte dei casi dipende dalle emozioni che evoca il prodotto stesso.

Esistono tanti grandi brand che hanno fatto dello storytelling una delle loro più grandi risorse, creando intorno ai loro prodotti e ai brand stessi una cornice narrativa d’impatto mondiale. Non si possono non citare Apple, Nike e Coca Cola, regine indiscusse del branding.

Ma questo modo di comunicare non è esclusivo: lo storytelling è rivolto alle persone e qualsiasi sia il contesto, è bene tenere a mente che i nostri interlocutori sono degli esseri umani prima di tutto. Quindi che si tratti di una grande o piccola azienda, rafforzare la propria brand identity dovrebbe essere una norma.

Raccontare il proprio brand, un servizio che si offre o un prodotto che sta per essere messo sul mercato deve far emergere i desideri, i sogni e le perplessità delle persone. “Vince” chi sa arrivare meglio al cuore del pubblico.

Visual storytelling: comunicare con immagini e video

Il web marketing ha favorito l’utilizzo dei contenuti multimediali, in particolare i video e le immagini.

Che lo storytelling sia il modo migliore per raccontare i brand, i servizi e i prodotti è chiaro, ma anche la scelta della tipologia di contenuto con il quale si intende veicolare il messaggio è centrale.

Le immagini e i video hanno un grande potere, cioè quello di rimanere impressi nella mente di chi guarda, molto più a lungo di un testo. Il loro utilizzo consente di creare una comunicazione efficace e d’impatto, facile da comprendere e da condividere.

Basti pensare che persino in assenza di testo o di un riferimento esplicito al prodotto, è possibile trasmettere un messaggio. Tuttavia non bisogna assolutamente rinunciare alla qualità!

Nella narrativa contemporanea viene applicata la tecnica dello Show, don’t tell (Mostra, non raccontare), che consiste nel far vivere al lettore in prima persona i fatti seguendo il tempo della narrazione, senza anticipazioni da parte del narratore.

Nel visual storytelling vale lo stesso: il pubblico deve immergersi nella storia, deve percepirla e viverla emotivamente.

Vuoi pianificare una strategia di content marketing attraverso lo storytelling?

La nostra agenzia di digital marketing a Bergamo fornisce supporto e consulenza a tutte quelle aziende che vogliono far crescere il loro business. Contattaci per una consulenza gratuita!

Compila il modulo per scaricare il PDF

Agenzia di comunicazione e marketing

Siamo partner HubSpot specializzati in inbound marketing e marketing digitale. Creiamo brand identity, illustrazioni e infografiche distintive. Progettiamo siti web dal design unico, con particolare attenzione alla user experience.

Contatti

Ikonos – Agenzia di comunicazione e marketing
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa 10/51
24048 Treviolo

Orari di apertura
Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18.00

Lavora con noi – Inviaci la tua candidatura di lavoro

Lavora con noi

Inviaci la tua candidatura

Area Riservata

Ikonos srl

Agenzia di comunicazione e marketing a Bergamo
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 10 – 24048 Treviolo
P.IVA 02049700160
Capitale Sociale € 51.480 i.v.
R.E.A. 258638 – SDI T04ZHR3