Ottimizzazione SEO di un sito WordPress

Ottimizzazione SEO di un sito WordPress

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Pensare di gestire un sito, un blog, un eCommerce, senza possedere delle competenze SEO, equivale ad acquistare una macchina da corsa e usarla solo per il tragitto casa-lavoro, lavoro-casa.

È vero che state viaggiando su un’auto sportiva, ma è altrettanto vero che non state sfruttando neanche un minimo delle sue potenzialità. Per far “viaggiare” la vostra piattaforma, aumentare il traffico e il numero di iscritti occorre conoscere tecniche e accorgimenti in grado di aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi.

Come fare SEO su WordPress

Andiamo dritti al punto: posizionarsi tra i primi risultati nei motori di ricerca attraverso la digitazione di determinate parole chiave. La Search Engine Optimization (SEO) viaggia di pari passo con tre fattori principali: 

  • quanto tempo impiega la pagina per essere caricata
  • quanto tempo impiegano gli utenti nelle interazioni con le varie pagine 
  • come gli utenti sono portati a cliccare inavvertitamente a causa degli spostamenti nel layout.

In questi tre punti abbiamo spiegato le sigle dei fattori espressi rispettivamente con LCP (Largest Contentful Paint), FID (First Input Delay), CLS (Cumulative Layout Shift).

Questi tre punti rappresentano i Core Web Vitals di Google, Segnali Web Essenziali, un set di metriche delle prestazioni di un sito che aiutano a evidenziare gli aspetti dello sviluppo di pagine web che influiscono sulla user experience.

L’importanza di link interni ed esterni

In base a cosa l’algoritmo di Google prende in considerazione le piattaforme per l’assegnazione dei ranking in SERP?

Sicuramente uno degli aspetti più importanti è la presenza di backlink, ovvero ai collegamenti provenienti da siti esterni. Attenzione a non sporcare le pagine del vostro sito con link a siti web di dubbia origine o spam, perché andreste a inflazionare i vostri contenuti.

Meglio avere una selezione accurata, nonostante richieda più tempo e risorse.

Investi nel content marketing

Non è più sufficiente, come in passato, massimizzare la quantità di parole chiave all’interno di una pagina web, ma è necessario creare dei contenuti che siano di qualità: originalità e risposte efficaci alle diverse esigenze degli utenti, sono le corsie preferenziali per ingraziarsi l’attenzione di Google. Qualità invece di quantità.

Niente articoli di riempimento, inseriti solo per raggiungere un minimo di parole chiave, ma che, nella sostanza, risultano brevi e scarsamente efficaci. Un suggerimento per aiutarvi nella realizzazione è pensate come i vostri clienti. Concentratevi su quali siano i loro dubbi, le domande e i quesiti che vi sentite rivolgere più spesso, il segreto è l’ascolto.

Pubblicate con regolarità contenuti di qualità, utili e approfonditi ed elaborate in anticipo un calendario editoriale ben strutturato.

Per una buona selezione delle parole chiave invece fatevi aiutare con strumenti come Keyplanner, Google Trends, SEOZoom o BuzzSumo.

SEO su WordPress, l’importanza della rete

Esattamente come accade per qualunque negozio fisico, più è vasta la rete di collaboratori con cui fate girare il vostro prodotto, più aumenta la possibilità di ottenere riscontri positivi e opportunità.

Allo stesso modo, un metodo consigliato per far emergere il vostro sito/blog è quello di generare link di qualità in entrata. Come? Ospitando blogger esterni al sito, facendo guest blogging.

Collaborare, collaborare, collaborare, sempre mantenendo alta la qualità dei contenuti.

SEO, perché seguire le regole di reindirizzamento

Quando si esplora il sito, i redirect non sono il miglior codice di risposta che si possa mostrare a Google, ma in molti casi sono necessari. I reindirizzamenti non sono un male per il SEO a meno che non vengano eseguiti nella maniera corretta.

Attenzione alle duplicazioni dell’URL, depotenziano la ricerca della pagina originale.

Non c’è un numero massimo di reindirizzamenti per pagina ma Google raccomanda di non superare i 2 di fila. 5 o 6 sono troppi e lo spider di indicizzazione potrebbe smettere di visitare il sito.

Ottimizzazione SEO e dispositivi mobili

Google pone molta attenzione alle ricerche fatte dagli utenti da dispositivi mobili e pertanto tende a favorire i siti web con un design responsive, ossia che si adatti alla dimensione dello schermo.

Quando create e pubblicate contenuti sul vostro blog ricordatevi anche dei vostri utenti mobile. È importante assicurarsi che questi siano facilmente fruibili anche da chi utilizza un piccolo schermo. È possibile testare questo aspetto visualizzando l’anteprima dell’articolo e riducendo la misura della finestra del browser.

Creare contenuti ottimizzati per cellulari e tablet, non solo sarà positivo per l’ottimizzazione SEO del sito web, ma aiuterà a non deludere chi visita il sito utilizzando i dispositivi mobili.

Utilizza i giusti Plugin per la SEO

Sebbene non sia fondamentale per un sito web l’utilizzo di plugin che possano supportare nel compimento di azioni per l’ottimizzazione SEO, possono però rivelarsi estremamente utili.

I plugin danno infatti la possibilità di organizzare ottimamente un sito internet, consentendo, ad esempio, di inserire per ogni pagina o ogni articolo il titolo e una breve descrizione da mostrare nella SERP di Google. I plugin forniscono inoltre alcuni suggerimenti su come poter migliorare e ottimizzare i contenuti di una pagina.

Il motore di ricerca, anche senza l’utilizzo del plugin, prende in automatico il titolo e la descrizione delle pagine e degli articoli, ma avendo un limite di caratteri da poter utilizzare, queste descrizioni risultano spesso inutili e incomplete.

Fornire un’anteprima accattivante di un articolo è spesso fondamentale per attrarre utenti in cerca di quel contenuto. Il nostro consiglio è perciò sicuramente quello di installare questi plugin sul sito WordPress e di utilizzarli per facilitare il compito di gestione.

In conclusione

Questi sono solo alcuni dei punti a cui la nostra agenzia web presta attenzione per ottimizzare al meglio i siti web dei nostri clienti. La SEO è in continua evoluzione e richiede un lavoro costante e duraturo nel tempo.

Raggiungere le prime posizioni nella SERP di Google è possibile facendo ottimizzazione SEO su un sito WordPress, ma non basta provare con il fai da te o curare solo alcuni aspetti. Esistono moltissime tecniche ed è necessario provare applicarle tutte, monitorando l’andamento del sito per cercare di capire quali eventuali errori si stanno commettendo.

Se vuoi migliorare la visibilità della tua azienda sui motori di ricerca attirando più clienti o pianificare una strategia di SEO mirata ed efficace, contattaci per una consulenza gratuita!

Compila il modulo per scaricare il PDF

Agenzia di comunicazione e marketing

Siamo partner HubSpot specializzati in inbound marketing e marketing digitale. Creiamo brand identity, illustrazioni e infografiche distintive. Progettiamo siti web dal design unico, con particolare attenzione alla user experience.

Contatti

Ikonos – Agenzia di comunicazione e marketing
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa 10/51
24048 Treviolo

Orari di apertura
Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18.00

Lavora con noi – Inviaci la tua candidatura di lavoro

Lavora con noi

Inviaci la tua candidatura

Area Riservata

Ikonos srl

Agenzia di comunicazione e marketing a Bergamo
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 10 – 24048 Treviolo
P.IVA 02049700160
Capitale Sociale € 51.480 i.v.
R.E.A. 258638 – SDI T04ZHR3