L’algoritmo di Facebook: come vengono proposti i post

L’algoritmo di Facebook: come vengono proposti i post

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Navigando su Facebook, ti sei mai chiesto perché vedi quel determinato post nel tuo feed? Se sì, in questo articolo ti spieghiamo il motivo. 

Innanzitutto per feed si intende la sezione della homepage di Facebook dove si trova il flusso di notizie, annunci e post di amici o pagine che seguiamo.

Ogni giorno vediamo post sui social network e risultati di ricerche ordinati uno dopo l’altro in infiniti indici. Li scorriamo, ci fermiamo a dare un’occhiata, clicchiamo su un risultato, mettiamo un mi piace, condividiamo o lasciamo un commento. Ma come vengono messi in ordine? Grazie ad un algoritmo!

L’algoritmo (che sia di Google o di Facebook) ci restituisce dei contenuti che secondo lui sono pertinenti con le nostre ricerche o interessi, in modo da offrire all’utente la miglior esperienza possibile.

L’utente al centro di tutto

Di recente, Facebook ha annunciato, tramite un video, come il suo algoritmo, conosciuto con il nome di EdgeRank, ordini i contenuti che gli utenti vedono nei loro feed.

Più utilizzi il social e più diventa possibile apprendere quali sono i tipi di post che potrebbero interessarti realmente. Ogni volta che accedi al social infatti ti vengono mostrati contenuti rilevanti per la tua persona.

Ogni profilo ha il proprio feed, proprio perché l’obiettivo è fornire a ciascun singolo utente un’esperienza unica e su misura. Ma come vengono prioritizzati i post? L’algoritmo si basa su quattro fattori chiave, che influenzano i news feed.

  • Inventario
    È l’elenco totale dei post che potenzialmente tutti gli utenti potrebbero vedere. Si tratta di foto, video o testi condivisi dagli amici, dalle pagine che segui, post presenti nei gruppi di cui fai parte. Tutto ciò che potrebbe essere a te gradito viene inserito in questo infinito elenco creato apposta per te.

  • Segnali
    Il passo successivo è capire come ordinare la marea di contenuti raccolti e l’algoritmo usa i signals per scegliere ciò che è rilevante per te. I criteri sono il tipo di collegamento con chi ha prodotto il post e le interazioni avute con esso. Poi viene preso in considerazione il tipo di contenuto: se sei più propenso a guardare dei video è più probabile che nel feed venga data la priorità a contenuti video, piuttosto che post scritti o immagini.

  • Predizioni
    Arrivati a questo punto, l’algoritmo di Facebook è in grado di fare delle predizioni rispetto a come potrai interagire con i contenuti che ti vorrà proporre. Lo scopo è capire quanto sarai coinvolto dal nuovo post.

  • Punteggio
    L’ultimo step consiste nel dare un punteggio ai post. Presi in considerazione tutti i fattori detti in precedenza, EdgeRank classifica tutti i contenuti mettendo ai primi posti quelli che hanno raggiunto un punteggio di rilevanza alto.

Le interazioni sui post

feed facebook

Le interazioni più note sono i like, i commenti e le condivisioni. Questi sono numeri che l’algoritmo di Facebook prende in considerazione. Chi crea contenuti può farlo unicamente per i propri amici o per la propria nicchia di riferimento, ma non tutti i creators puntano a un pubblico limitato.   

Conoscere i fattori di posizionamento dei post è fondamentale per poterli sfruttare al meglio. Maggiore sarà il coinvolgimento degli utenti, maggiore sarà la possibilità di raggiungere centinaia, migliaia, milioni e miliardi di profili.

Le persone usano i social per diversi scopi e conoscere i gusti, gli interessi e le aspettative del pubblico è fondamentale per produrre contenuti di qualità. Ecco perché EdgeRank va anche al di là degli interessi personali di ciascuno, favorendo la scoperta di contenuti nuovi specialmente se hanno già catturato l’attenzione di tantissimi altri utenti. Ecco come si spiega la viralità di alcuni post!

“Manipolare” l’algoritmo è possibile

feed facebook

Facebook ti dà la possibilità di personalizzare il tuo news feed, attraverso due modalità: preferiti e recenti.

Puoi selezionare fino a 30 profili e pagine a cui dare la priorità nel tuo flusso di notizie, in modo da non perderti nessun aggiornamento o contenuto creato da chi ti sta a cuore.

Nel secondo caso invece, i post verranno ordinati cronologicamente e non più in base alla rilevanza.

Bisogna comunicare con l’algoritmo

  1. Non mettere mi piace a caso! Rischi di confondere EdgeRank, il quale non sarà più in grado di individuare contenuti realmente interessanti per te.

  2. Personalizza il tuo news feed. Scorri il Menu e cerca la sezione “Recenti e preferiti” oppure vai direttamente sui profili o pagini di tuo interesse indicandole come preferiti.

  3. Non pensare che l’algoritmo sia infallibile. Come già detto, l’obiettivo dell’algoritmo è quello di offrire un’esperienza positiva. Se non ti piace un post c’è la voce “Nascondi questo post” e ti verranno mostrati meno contenuti simili ad esso.

Le piattaforme social sono ideali per promuovere prodotti o servizi, raggiungere nuovi clienti e coinvolgerli attraverso le community. Hai la necessità di pianificare una strategia di social media marketing? Contattaci per una consulenza gratuita!

Compila il modulo per scaricare il PDF

Agenzia di comunicazione e marketing

Siamo partner HubSpot specializzati in inbound marketing e marketing digitale. Creiamo brand identity, illustrazioni e infografiche distintive. Progettiamo siti web dal design unico, con particolare attenzione alla user experience.

Contatti

Ikonos – Agenzia di comunicazione e marketing
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa 10/51
24048 Treviolo

Orari di apertura
Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18.00

Lavora con noi – Inviaci la tua candidatura di lavoro

Lavora con noi

Inviaci la tua candidatura

Area Riservata

Ikonos srl

Agenzia di comunicazione e marketing a Bergamo
Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 10 – 24048 Treviolo
P.IVA 02049700160
Capitale Sociale € 51.480 i.v.
R.E.A. 258638 – SDI T04ZHR3