Sicilia, follie.

Sicilia, follie.
Autore: 
Giuseppe Cannistraro
Genere: 
Romanzo
Pagine: 
144
Lingua: 
Italiano
Anno: 
2014
Edizione: 
I edizione
Descrizione: 
Nell’estate del 2012, pochi mesi prima di morire, Giuseppe Cannistraro mi regalò un suo libro di poesie insieme alla bozza di un romanzo che avrebbe dovuto pubblicare anni prima, presso l’editore Sellerio di Palermo, grazie all’interessamento dell’amico scrittore Gesualdo Bufalino. Mi raccontò che aveva rinunciato all’idea in seguito all’improvvisa scomparsa di Bufalino, avvenuta per un tragico incidente stradale il 14 giugno 1996, sulla strada tra Comiso e Vittoria. Questo romanzo si intitola: Sicilia, follie. Racconta la storia di Di Blasio Castrense, figlio di contadini di Montelepre, comune in provincia di Palermo. Sicuramente nella vicenda del protagonista ci sono molti elementi autobiografici (i ricordi dell’infanzia felice, le relazioni con i genitori – in particolare con la madre –, gli studi compiuti a Palermo, il legame viscerale con la terra, l’amore per la natura, gli animali, gli alberi), intrecciati a squallide vicende di mafia, che l’autore stesso mi disse di aver raccolto dalla voce di alcuni testimoni durante uno dei suoi viaggi in Sicilia. Eppure il romanzo non si esaurisce in una triste vicenda di mafia.